Sindrome da Visione al Computer

Sindrome da Visione al Computer

Buongiorno amici, da oggi inauguriamo una rubrica dedicata alle domande più frequenti che un oculista si sente rivolgere e quei mali di stagione (piccoli inconvenienti) che possono incorrere ai nostri occhi.
In questi giorni mi capita spesso di confrontarmi con pazienti che, al ritorno dalle ferie, lamentano uno strano calo della vista a fine giornata.
Accade spesso in questo periodo poiché molti, rientrando dalle ferie estive, si buttano a capofitto nel lavoro, trascurando il fatto che, in generale, è buona norma fare una pausa di dieci minuti ogni due ore, soprattutto se si lavora con un monitor.
Oltre alle varie complicanze che possono insorgere per la schiena e le spalle, chi fa un uso prolungato di schermi elettronici può incorrere nella “Sindrome da Visione al Computer”.La sindrome da visione al computer colpisce tutte quelle persone che trascorrono più di 6 ore al giorno davanti a un monitor. La soglia di tolleranza si può ovviamente abbassare in base al fattore età.
La sindrome da visione al computer si manifesta in genere dopo un periodo di vita abbastanza prolungato di permanenza continuativa davanti a uno schermo o al computer, in genere dopo almeno un anno. La maggior parte degli schermi che vengono utilizzati oggi, come quelli LCD o LED, emettono una luce blu. Questa luce provoca uno stress ossidativo della pigmentazione retinica, inibendo la secrezione di melatonina e affaticando la vista.I sintomi tipici della sindrome da visione al computer sono affaticamento della vista, secchezza oculare, stanchezza, mal di testa, senso di pesantezza, visione offuscata e giramenti di testa.

I rimedi contro la sindrome da visione al computer prevedono innanzitutto una riduzione delle ore di lavoro al computer (quindi non ci sono scadenze che tengano, ogni tanto alzatevi e fate una pausa di almeno 15-20 minuti) e una miglior regolazione dei fattori ambientali come l’illuminazione e la postura. Abbassare la luminosità dello schermo e regolare l’emissione della luce blu può essere di grande aiuto.

Seguite la mia pagina Facebook per ricevere gli aggiornamenti giornalieri!

Leave a comment